Santo Stefano d’Aveto

Il comune è ubicato in val d’Aveto, a 1017 m. sul livello del mare, nei pressi del fiume Aveto in una conca alpestre dominata dalla sommità del monte Maggiorasca (1804 metri) e del monte Bue (1775 metri). Grazie alla sua altitudine, Santo Stefano d’Aveto gode di un clima appenninico, con estati fresche ed inverni freddi e mediamente nevosi. L’insediamento del comune probabilmente risale all’epoca preistorica e divenne ben presto centro importante della valle soprattutto per la favorevole posizione geografica. Nel gennaio 2006 il Comune di Santo Stefano d’Aveto ha conseguito la certificazione del sistema di gestione ambientale. E’ facilmente raggiungibile anche dalle province di Parma, Piacenza e Milano. L’economia è basata soprattutto produzione agricola, sull’allevamento del bestiame bovino ed equino e sul turismo. Gli abitanti con il censimento del 2001 sono 1.251 al 31 dicembre del 2010 gli stranieri residenti a Santo Stefano d’Aveto sono 40, pari al 3,20% della popolazione comunale. Le nazionalità più numerose sono provenienti dal Sud America e in particolare dall’Ecuador. Non mancano le attività di ristoro ed alloggio, e le attrezzature sportive. Poco distante dal centro si trovano il caseificio, che ha un’ottima produzione del locale formaggio.

Importante è il Santuario di N.S. di Guadalupe, dove è presente la tela che raffigura la Madonna di Guadalupe donata dal Cardinale Giuseppe Doria nel 1814. Il 27 agosto viene celebrata una Messa sul monte Maggiorasca in onore di N.S. di Guadalupe.

I mezzi della Società Trasporto Pubblico Provinciale uniscono regolarmente Santo Stefano d’Aveto a Chiavari. Il Comune di Santo Stefano d’Aveto fa parte della Comunità Montana Aveto Graveglia Sturla e del Parco Naturale dell’Aveto.

una tabella per ottenere informazioni / una tabla de datos para obtener información
informazioni
Storia Link utili

 


Visualizzazione ingrandita della mappa

Skip to top

I commenti sono chiusi.